#DesignersWeLove: Raymond Loewy

Il #DesignerWeLove di cui vi parliamo oggi è uno dei più importanti designer industriali di sempre: Raymond Loewy.

Nato a Parigi nel 1893, dopo la Prima Guerra Mondiale si trasferisce a New York City ed è qui che ha inizio la sua carriera, dapprima come designer di vetrine per i grandi magazzini come Macy’s e Saks Fifth Avenue, quindi ampliando il proprio interesse all’illustrazione di moda per magazine del calibro di Harper’s Bazaar e Vogue.

È nel 1929 che riceve la sua prima commissione dall’industria: disegna la macchina duplicatrice della Gestetner e ha inizio così la sua vita di designer industriale. Nel 1937, infatti, la Pennsylvania Railroad, la compagnia che gestisce le ferrovie nello stato del New England, lo chiama a progettare le nuove locomotive, ma la collaborazione continua, anzi, si amplia fino alle alcune stazioni e agli interni dei vagoni passeggeri.

Inoltre, Loewy collaborò a lungo con la casa automobilistica americana Studebaker lavorando al rinnovamento del design di numerose auto, ma anche a nuovi progetti: il più importante resta certamente la 1963 Avanti, per cui ebbe a disposizione solo 40 giorni, ma che divenne un’icona.

Raymond Loewy

Dal 1967 al 1973, venne ingaggiato dalla NASA per lavorare sui progetti Saturn-Apollo e Skylab. Contribuì al design della stazione spaziale ideando sistemi di simulazione di assenza di gravità e una finestra che permetteva di vedere la Terra dallo spazio, in un tentativo più ampio di rendere più confortevole l’ambiente per gli astronauti.

Una delle immagini iconiche che creò è il packaging bianco delle sigarette Lucky Strike, del 1942.

Raymond Loewy

Related Posts

Comments are closed.