Scuola di Medolla. posa della Prima Pietra.

«Dopo tante pietre distrutte, ripartiamo da una pietra che costruisce. Una scuola che sarà un simbolo di crescita per le zone colpite dal terribile sisma». Così Matteo Richetti, presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, ha salutato, con viva soddisfazione, la posa della prima pietra nella scuola materna per l’infanzia di Medolla. Il progetto, che riguarda la costruzione di una scuola per l’infanzia del paese, distrutta dal sisma, è a cura del Comune ed è frutto della campagna di mobilitazione dall’Associazione onlus ‘Rock No War’, che sta coordinando le iniziative per il finanziamento.

Come contributo alla realizzazione del progetto sono arrivati, su indicazione di Richetti, gli stanziamenti del Consiglio regionale della Toscana (100mila euro) e del Consiglio regionale del Piemonte (150mila euro). «Voglio ringraziare i colleghi di Toscana e Piemonte per lo straordinario esempio di solidarietà e vicinanza alla popolazione di Medolla. La costruzione di questo edificio, in tempi così brevi, è un gesto di solidarietà e di speranza straordinario che dimostra la voglia e la capacità di riscatto di queste popolazioni». L’apertura delle nuove aule è in programma entro fine dicembre. Anche Acantho, società di telecomunicazioni del Gruppo Hera, collabora al progetto fornendo gratis servizi di telefonia e fibra ottica. La scuola sarà collegata alla fibra ottica che consentirà di navigare in internet con velocità fino a 10 Mb/s e fare chiamate voce con elevate performance e stabilità

Comments are closed.